CronacaNews

Inclusione lavorativa: Amazon e Autismo Abruzzo Onlus insieme per la neurodiversità

Le persone con autismo possiedono notevoli talenti in vari settori, vantano capacità mnemoniche potenti, rispettano le regole e mostrano una grande attenzione ai dettagli. L’introduzione della neurodiversità nei team di lavoro può portare notevoli vantaggi, poiché l’autismo offre prospettive spesso sorprendenti.

Basandosi su queste premesse, il presidente di Autismo Abruzzo Onlus, Dario Verzulli, spiega l’accordo stipulato con Amazon per sostenere l’inserimento lavorativo delle persone autistiche.

Il primo sito logistico coinvolto nel progetto è il centro di distribuzione di San Salvo, in provincia di Chieti. Verzulli sottolinea che lo spettro autistico non è una malattia, ma una condizione che rappresenta una forma di neurodiversità, una diversità individuale anziché una patologia.

Un processo di conoscenza reciproca e adattamento è stato avviato con i referenti di Amazon, che hanno pianificato l’accoglienza e condiviso i processi tecnologici che regolano il flusso di lavoro. Dopo il primo inserimento avvenuto all’inizio dell’anno, l’obiettivo è quello di ampliare l’inclusione lavorativa ad altri ragazzi. Il progetto, coordinato dalla psicologa e docente all’Università dell’Aquila Rachele Giammario, prevede un primo incontro con le famiglie per individuare i ragazzi da inserire e la formazione del personale di Amazon sulle caratteristiche delle persone autistiche e sulla comunicazione adeguata da adottare.

L’azienda ha valutato le reazioni dei ragazzi agli spazi e ai suoni delle diverse aree del centro di distribuzione, seguiti da una prova pratica di lavoro. La psicologa ha facilitato il collegamento tra i giovani con autismo, le loro famiglie e l’azienda.

Salvatore Iorio, responsabile Risorse Umane delle Operations di Amazon in Italia, esprime orgoglio nel partecipare a un progetto così lungimirante, sottolineando che la diversità è un valore aggiunto e una fonte di ricchezza da cui trarre ispirazione. Si impegna a continuare a lavorare per creare un ambiente di lavoro sempre più inclusivo.

Verzulli conclude esprimendo gratitudine ad Amazon Italia per apprezzare e valorizzare i punti di forza delle persone autistiche.

Abruzzo Sera è anche su Whatsapp. Clicca qui per iscriverti al nostro canale ed essere sempre aggiornato.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati