Cultura e SocietàEvidenza

Festa della Liberazione a cura dello Iasric: da domani tre giorni di informazione, riflessioni e film con Volontè

La Festa della Liberazione di quest’anno dà all’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea (Iasric) l’opportunità di offrire alla popolazione studentesca una intensa mattinata di informazione e riflessione in occasione del 79° anniversario della Liberazione nazionale dal nazifascismo.

L’appuntamento è all’Aquila per martedi 23 alle ore 10:00, ospiti del Consiglio Regionale dell’Abruzzo nella Sala Ipogea del Palazzo dell’Emiciclo. Carlo Fonzi, Presidente dello Iasric, introdurrà l’incontro trattando il tema: “Liberazione” non è solo “libertà”.

Seguirà la Compagnia della Contessa, alla quale è affidata la rievocazione del sacrificio dei Nove Martiri Aquilani, barbaramente uccisi nei pressi di Collebrincioni dalle truppe naziste, con la riproposta del famoso libro “I Martiri Aquilani del 23 Settembre 1943”, pubblicato nel 1955 dal prof. Corrado Colacito. Si tratta della lettura di alcuni brani del libro, curata da Iaia Centofanti, con l’attore Leonardo Alfonsetti e il commento al violino di Elena Floris.

Toccherà poi intervenire a Fabrizio Pompei, regista e professore di Storia dello Spettacolo nell’Accademia di Belle Arti di Firenze, con la conversazione “Gianfranco de Bosio: una vita per la libertà”, in occasione del centenario della nascita di uno dei maestri del teatro e del cinema, che fu pure tra i protagonisti della Resistenza in Veneto.

A chiudere, ci sarà la proiezione, in edizione restaurata, di una celebre film del 1963, Il Terrorista, diretto da Gianfranco de Bosio. Il restauro della pellicola è stato curato da Patricia Barsanti della Société Cinématographique Lyre di Parigi. La proiezione è inserita nell’ambito delle celebrazioni organizzate dal Comitato Nazionale per il Centenario della nascita di Gianfranco de Bosio.
Il film verrà riproposto per la cittadinanza mercoledì 24 aprile alle ore 19:00 al MAXXI L’Aquila, Sala della Voliera, come secondo appuntamento della rassegna curata da Fabrizio Pompei, “L’opera cinematografica tra restauro e conservazione” realizzata grazie alla collaborazione fra il MAXXI L’Aquila con l’Istituto Cinematografico dell’Aquila “La Lanterna Magica” ETS.

Sempre nell’ambito della Festa della Liberazione Il Terrorista verrà proiettato nella Casa del Cinema di Roma il 25 aprile alle ore 17:00. La proiezione sarà preceduta dal video “Gianfranco de Bosio: una vita per Ruzante” di Fabrizio Pompei (Italia, 2022, 6′ Rai Cultura, con Gianfranco de Bosio, Maria Rita Simone). Il film è ambientato a Venezia nell’inverno del 1943. Un Gruppi d’Azione Partigiani (Gap) realizza una serie di azioni terroristiche contro gli invasori nazisti. Guidato dall’ingegnere Renato Braschi, affiancato anche da un prete, il Gruppo finirà per sfaldarsi, avendo oltrepassato la linea di prudenza raccomandata dal Comitato di Liberazione Nazionale (Cln).

Il Terrorista esibisce, tra autori e attori, uno straordinario insieme dei grandi del cinema e del teatro della seconda metà del Novecento. Interpreti principali: Gian Maria Volonté, Philippe Leroy, Giulio Bosetti, Tino Carraro, José Quaglio, Anouk Aimée e una giovanissima Raffaella Carrà. Soggetto: Diego Perilli e Gabriele de Laurentis. Sceneggiatura: Gianfranco de Bosio e Luigi Squarzina. Fotografia: Alfio Contini e Lamberto Caimi. Montaggio: Carla Colombo. Musiche: Piero Piccioni. Scenografia e costumi: Mischa Scandella.

 

Abruzzo Sera è anche su Whatsapp. Clicca qui per iscriverti al nostro canale ed essere sempre aggiornato.

Video 7x3 compresso 1 2

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati